Ambulatori veterinari associati
 
abbraccio cane e gatto

SERVIZI AMBULATORIALI

 

-VISITE DI BASE
- APPLICAZIONE MICROCHIP
-VACCINAZIONI
-ESAME COPROLOGICO
-TEST ALLERGOLOGICI
-TEST GENETICI
-OVULATION TEST

 

Si effettuano inoltre Visite Specialistiche su appuntamento in:

 

-MEDICINA INTERNA ED ENDOCRINOLOGIA
-NEFROLOGIA
-ODONTOSTOMATOLOGIA
-ORTOPEDIA
-DERMATOLOGIA
-NEUROLOGIA
-CARDIOLOGIA
-GASTROENTEROLOGIA E NUTRIZIONE
-OFTALMOLOGIA
-ONCOLOGIA
-OSTETRICIA E GINECOLOGIA
-COMPORTAMENTO
-NUOVI ANIMALI DA COMPAGNIA ( UCCELLI, TARTARUGHE, CONIGLI...)
-FAUNA SELVATICA

 


 

MEDICINA D'URGENZA

 

L'AMBULATORIO E’ DOTATO DI TUTTE LE ATTREZZATURE PER FAR FRONTE AD URGENZE MEDICHE E CHIRURGICHE, E' INOLTRE DISPONIBILE UN SERVIZIO DI REPERIBILITA' 24 ORE SU 24 (FESTIVI COMPRESI).
AL TELEFONO DELLE URGENZE RISPONDERA' SEMPRE UN MEDICO
VETERINARIO PRONTO A RECARSI PRESSO LA STRUTTURA PER FORNIRE LE CURE MEDICHE NECESSARIE.

 


 

CHIRURGIA

 

 

-CHIRURGIA DI BASE
-CHIRURGIA D'URGENZA E TRAUMATOLOGICA
-CHIRURGIA SPECIALISTICA:
   ORTOPEDICA, OCULISTICA, ODONTOSTOMATOLOGICA,
   NEUROCHIRURGIA
  (QUEST'ULTIMA MEDIANTE COLLABORAZIONE CON COLLEGHI ESTERNI)

 

CIASCUN PAZIENTE VIENE SOTTOPOSTO AD UNA VISITA

PRE-ANESTESIOLOGICA E AD ESAMI COLLATERALI (quando necessario). NEL CORSO DELLA CHIRURGIA IL PAZIENTE E' COSTANTEMENTE MONITORATO MEDIANTE UN MONITOR MULTIPARAMETRICO CHE RILEVA E REGISTRA TUTTI I PARAMETRI VITALI DEL SOGGETTO PER L'INTERA DURATA DELL'OPERAZIONE.
E' INOLTRE PRESENTE LA VENTILAZIONE AUTOMATICA IN GRADO DI SOSTENERE LA RESPIRAZIONE DEL PAZIENTE OGNI QUALVOLTA SIA NECESSARIO.
NEL POST-OPERATORIO I PAZIENTI SONO SEGUITI DAL PERSONALE MEDICO DURANTE TUTTA LA FASE DEL RISVEGLIO.
OGNI PAZIENTE CHIRURGICO E' SOTTOPOSTO AD UNA ADEGUATA TERAPIA DEL DOLORE NELLE FASI PRE, INTRA E

POST-OPERATORIA.

 


 

DIAGNOSTICA DI LABORATORIO

 

 

 

- EMATOLOGIA
- BIOCHIMICA CLINICA
- PROFILO COAGULATIVO
- EMOGASANALISI
- ESAME URINE
- ESAME COPROLOGICO
- ESAMI MICOLOGICI
- CITOLOGIA
- SNAP TEST :FILARIA,ERLICHIA, BORRELIA,
  ANAPLASMA, FIV,FELV, GIARDIA, PARVOVIROSI,
  LEISHMANIA.

 

GRAZIE AL LABORATORIO INTERNO E’ POSSIBILE OTTENERE IN TEMPI BREVI I RISULTATI DEGLI ESAMI PER POTER APPRONTARE AL PIU’ PRESTO LA TERAPIA ADEGUATA PER IL NOSTRO PAZIENTE.
IN CASO DI NECESSITA' SI EFFETTUANO INOLTRE TRASFUSIONI DI SANGUE GRAZIE ALLA GENTILE DISPONIBILITA' DI CANI DONATORI OPPORTUNAMENTE SELEZIONATI.

 


 

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

 

 

- ECOGRAFIA
-ECOCARDIOGRAFIA
-ELETTROCARDIOGRAFIA
-RADIOLOGIA CONVENZIONALE
-RADIOLOGIA PER LA CERTIFICAZIONE UFFICIALE DI DISPLASIA
ANCHE E GOMITI.
-MIELOGRAFIA
-ENDOSCOPIA (MEDIANTE COLLABORAZIONE CON COLLEGHI ESTERNI).

 


 

DEGENZA

 

 

SONO PRESENTI DUE SALE, OPPORTUNAMENTE SEPARATE, PER CANI E GATTI.
UNA TERZA SALA E’ STATA ADIBITA PER POTER ACCOGLIERE GLI INFETTIVI ( O PRESUNTI TALI). IL PERSONALE MEDICO UTILIZZA PER LA GESTIONE DI TALI PAZIENTI TUTTE LE PRECAUZIONI NECESSARIE AL FINE DI EVITARE LA CONTAMINAZIONE DEGLI AMBIENTI GARANTENDO LA SALUTE DEGLI ALTRI
RICOVERATI. I DEGENTI SONO RICOVERATI IN BOX SINGOLI (DI DIMENSIONI ADEGUATE ALLA MOLE DEL PAZIENTE), SEGUITI E MONITORATI IN FUNZIONE DELLE SINGOLE ESIGENZE.
LA FLUIDOTERAPIA VIENE EFFETTUATA MEDIANTE L'UTILIZZO DI POMPE AD INFUSIONE IN MODO DA INFONDERE UNA COSTANTE ED ADEGUATA QUANTITA' DI FLUIDI. TUTTI I LOCALI VENGONO DISINFETTATI QUOTIDIANAMENTE.

 


 

VACCINAZIONI

 

CANE:


LE VACCINAZIONI SERVONO A PROTEGGERE NEI CONFRONTI DELLE SEGUENTI MALATTIE:

 

GASTROENTERITE VIRALE
CIMURRO
EPATITE INFETTIVA
PARAINFLUENZA
LEPTOSPIROSI

IL PRIMO VACCINO DEL CUCCIOLO SI FA TRA I 60 E I 70 GIORNI DI VITA. FARLO TROPPO PRECOCEMENTE PORTA A UN VUOTO (DEFICIT) IMMUNITARIO, IN SEGUITO ALL'INTERFERENZA CON GLI ANTICORPI MATERNI. INFATTI IL CUCCIOLO HA RICEVUTO QUESTE DIFESE IMMUNITARIE DALLA MADRE NELLE PRIME ORE DI VITA TRAMITE IL COLOSTRO (IMMUNITA' PASSIVA). ERRORI IN QUESTA FASE POSSONO FAVORIRE QUINDI LA COMPARSA DI GRAVI MALATTIE INFETTIVE, PRIME FRA TUTTE LA GASTROENTERITE VIRALE E IL CIMURRO (COME POSSIAMO VEDERE SPESSO IN CUCCIOLI IMPORTATI DAI PAESI ESTERI IN ETA' TROPPO PRECOCE, NONOSTANTE LE NORMATIVE VIGENTI).
E' IMPORTANTE ANCHE CHE IL CUCCIOLO ARRIVI ALLA PRIMA VACCINAZIONE NELLE MIGLIORI CONDIZIONI DI SALUTE E DOPO CHE E' STATO CONTROLLATO PER ESCLUDERE LA PRESENZA DI PARASSITI INTESTINALI.
DOPO CIRCA UN MESE VA EFFETTUATO UN RICHIAMO VACCINALE AL FINE DI GARANTIRE UN' ADEGUATA PRODUZIONE ANTICORPALE.INOLTRE IL PIANO VIENE COMPLETATO DA UN ULTIMO VACCINO DA EFFETTUARSI VERSO LA SEDICESIMA SETTIMANA, NEI CONFRONTI DELLA SOLA GASTROENTERITE. SUCCESIVAMENTE VERRANNO FATTI DEI RICHIAMI VACCINALI A DISTANZA DI 6-12 MESI A SECONDA DEL CASO.

 

GATTO:


LE VACCINAZIONI SERVONO A PROTEGGERE NEI CONFRONTI DELLE SEGUENTI MALATTIE:

 

GASTROENTERITE VIRALE
INFEZIONE DA HERPESVIRUS
INFEZIONE DA CALICIVIRUS
LEUCEMIA VIRALE FELINA

 

LE CONDIZIONI PER EFFETTUARE LA VACCINAZIONE NEL GATTO O IN UN CUCCIOLO DI QUALSIASI ALTRA SPECIE SONO LE STESSE CHE ABBIAMO VISTO NEL CANE. A PARTIRE DAI 60-70 GIORNI SI EFFETTUA LA PRIMA VACCINAZIONE CHE ANDRA' RICHIAMATA DOPO 3-4 SETTIMANE. E' POI NECESSARIO ESEGUIRE IL RICHIAMO OGNI ANNO. LA PROFILASSI NEI CONFRONTI DELLA LEUCEMIA VIRALE FELINA NON E' NECESSARIA NEI GATTI CHE VIVONO SEMPRE IN CASA. QUESTA MALATTIA INFATTI SI TRASMETTE PER CONTATTO DIRETTO CON SOGGETTI PORTATORI DEL VIRUS.

 

 


 

CONTROLLO DELLA DISPLASIA

 

 

Per displasia si intende uno sviluppo patologico su base genetica che, in ambito ortopedico, conduce inesorabilmente all’artrosi, con vari gradi di zoppia e sofferenza anche in giovane età.
Il fatto che il cucciolo derivi da due genitori esenti non può darci alcuna garanzia dato che gli stessi possono essere portatori sani. Inoltre questa patologia è correlata a più geni (poligenica) ed è polifattoriale (cioè condizionata dalla genetica ma anche dall’alimentazione e dall’ambiente), per cui il controllo radiografico andrebbe comunque eseguito anche in presenza di un ottimo fenotipo.
Questa breve presentazione già ci fa capire quanto sia difficile eradicare il problema soprattutto se a ciò si aggiunge il comportamento non sempre limpido da parte di alcuni operatori del settore; ciononostante da alcuni anni si eseguono sempre più studi radiografici e maggiore è la sensibilizzazione dei proprietari al fenomeno grazie anche ad una migliore informazione e conoscenza.
In sintesi il controllo della displasia si effettua a livello dell’articolazione dell’anca, del gomito e del ginocchio; quest’ultima riguarda soprattutto i cani di piccola taglia mentre le prime due i cani di media e grossa taglia.
Per la valutazione delle anche e dei gomiti vengono consigliati almeno due studi radiografici: durante lo sviluppo scheletrico (cinque mesi) - radiografie indicative- ed alla fine della crescita (12-15-18 mesi, a seconda della razza) radiografie definitive. Le radiografie indicative sono molto importanti perché ci permettono di individuare i vari difetti in tenera età: infatti con un apparato scheletrico ancora in fase di sviluppo in molti casi si può intervenire chirurgicamente con tecnica poco invasiva e con ottimi risultati; inoltre possiamo mettere in atto con largo anticipo tutti quegli accorgimenti conservativi che si sono rivelati altrettanto importanti (controllo del peso, attività fisica limitata, uso di condroprottettori, fisioterapia etc…).
Con le radiografie definitive avremo infine il quadro reale della situazione in quanto il soggetto a questo punto avrà terminato lo sviluppo del suo apparato scheletrico. Le radiografie così ottenute saranno inviate assieme al pedigree originale alla centrale di lettura che provvederà alla valutazione ufficiale la quale verrà riportata sul pedigree stesso.
Questo iter diagnostico ci permette di selezionare riproduttori più affidabili e di intervenire in modo adeguato su quei soggetti che presentano gradi diversi di displasia.
La valutazione del grado di displasia del ginocchio ( lussazione mediale di rotula) invece si effettua con una visita clinica ortopedica. L’approfondimento radiografico si rende utile in fase prechirurgica, al fine di individuare eventuali aspetti artrosici che possono influire sulla prognosi.

 


 

MICROCHIP

 

L’applicazione del microchip è obbligatoria nei cani entro il secondo mese di ita, o comunque entro il primo mese dall’acquisto o adozione. Viene applicato dal tuo veterinario o dai colleghi dell’ASL in modo semplice e poco costoso : non dà reazioni di nessun tipo e dura tutta la vita.
Serve ad identificare il cane che sarà così iscritto all’anagrafe canina azionale; è stato introdotto per cercare di limitare l’abbandono dei cani, ma si è rivelato anche molto utile nel caso di smarrimento o furto. E’ comunque obbligatorio anche in gatti o furetti che vanno all’estero.
Per la compilazione dei relativi documenti e la loro consegna all’ ufficio ASL competente, provvederà il vostro veterinario.

 


 

ANTIRABICA

 

La vaccinazione antirabica nei nostri territori non è più obbligatoria in quanto sono passati più di 2 anni dall’ultimo focolaio segnalato nel territorio nazionale; rimane comunque obbligatoria se si va all’estero e va effettuata almeno 21 giorni prima della partenza (per la maggior parte dei paesi europei: vedi viaggi all’estero). Deve essere fatta non prima dei tre mesi di vita e vale undici mesi. E’ un vaccino spento e quindi molto ben sopportato dai nostri animali.

 


 

STERILIZZAZIONE

 

L’applicazione del microchip è obbligatoria nei cani entro il secondo mese di vita, o comunque entro il primo mese dall’acquisto o adozione. Viene applicato dal tuo veterinario o dai colleghi dell’ASL in modo semplice e poco costoso : non dà reazioni di nessun tipo e dura tutta la vita.
Serve ad identificare il cane che sarà così iscritto all’anagrafe canina azionale; è stato introdotto per cercare di limitare l’abbandono dei cani, ma si è rivelato anche molto utile nel caso di smarrimento o furto. E’ comunque obbligatorio anche in gatti o furetti che vanno all’estero.
Per la compilazione dei relativi documenti e la loro consegna all’ ufficio ASL competente, provvederà il vostro veterinario.

 


 

PARASSITI

 

E’ molto frequente riscontrare nei nostri piccoli amici la presenza di parassiti.Questi posso essere distinti in due grandi categorie:parassiti interni (endoparassiti) e parassiti esterni (endoparassiti).
Endoparassiti

Le endoparassitosi di più comune riscontro sono quelle che colpiscono i soggetti giovani. Infatti già in utero, o attraverso il latte materno oppure con l’imbrattamento fecale della cuccia, il cucciolo può essere infestato già nei primi giorni di vita. Ciò che abbiamo appena descritto si riferisce all’infestazione con ascaridi: vermi tondi di circa dieci centimetri, di colore biancastro, di riscontro comune, che, se presenti in gran quantità, possono anche essere vomitati. Altri parassitosi non affatto rare sono sostenute dagli ancilostomi e dai trichiuridi. Questi, con un’estremità cefalica infissa nella parete intestinale, possono esercitare un’azione sottrattiva più grave,in quanto sottraggono anche sangue e linfa. La tenia invece è un verme piatto, frequente soprattutto nel gatto, costituita da tanti piccoli segmenti (proglottidi), che vengono eliminate un po’ alla volta con le feci; molto spesso si possono vedere anche attaccate al pelo della zona perianale e sembrano dei piccoli pinoli biancastri. La tenia riconosce un ospite intermedio (pulce o topo ) che ingerendo le uova di tenia sviluppano al loro interno la vera forma infettante per il gatto o il cane.

 


 

ANIMALI ESOTICI

 

 

Come portare in visita gli animali non convenzionali

 

1- Svuotare gli abbeveratoi di gabbie o trasportini.
2- Per esami del sangue ed anestesie, il DIGIUNO va concordato col medico
     ( ad es. non necessario nel coniglio).
3- Tenere pochissima acqua o addirittura toglierla dalle bacinelle delle    tartarughe d’acqua.
4- Non togliere la lettiera: è utile per la raccolta di campioni di feci e per
     l’anamnesi ambientale.
5- Le gabbie degli uccelli, nelle stagioni fredde, vanno protette con un panno.

 


 

VIAGGI ALL'ESTERO

 

 

Per cani, gatti e furetti che vanno all’estero, è necessario:


Iscrizione all’Anagrafe Nazionale (tramite applicazione del microchip), per il rilascio el passaporto da parte dei servizi veterinari dell’ ASL .


Aver eseguito trattamenti antiparassitari esterni ed interni poco prima della partenza.


Condizioni di buona salute dell’animale al fine di poter sopportare il viaggio.


Vaccinazione antirabica:

 

deve essere fatta da non meno di 21 giorni e da non oltre 11 mesi in tutti i paesi dell’Unione Europea.
La titolazione degli anticorpi non è più obbligatoria per il Regno Unito e i Paesi Scandinavi. Per i paesi non UE si consiglia di contattare i rispettivi consolati con largo anticipo.

 


 

ADOZIONI E RITROVAMENTI

 


PER LE ADOZIONI E RITROVAMENTI È ATTIVO UN SITO ( VEDI MARTA AVANZI) DOVE POTETE INSERIRE LA DESCRIZIONE DELL’ANIMALE, UNA FOTO E UN VOSTRO RECAPITO.
E’ IN ATTIVITA’ ANCHE UN SERVIZIO CLIENTI “ PERSO-TROVATO” RESSO L’ORDINE DEI MEDICI VETERINARI DELLA PROVINCIA DI VICENZA ; INVIARE UNA MAIL A AVASS@HOTMAIL.IT LA QUALE VIENE SUCCESSIVAMENTE INVIATA A TUTTI GLI AMBULATORI VETERINARI DELLA PROVINCIA DI VICENZA.

AMBULATORIO THIENE
via M.Kolbe , 47
0445/381903
AMBULATORI VETERINARI ASSOCIATI
P.IVA 02582490245
AMBULATORIO SCHIO
via Baccarini , 57
0445/532449